Crostata pere e cioccolato

Un grande classico che riesce comunque ad incantare i palati.

Immagine

INGREDIENTI

Pasta frolla (Dosi per più di un kg abbondante di frolla,questa è la ricetta che uso sempre.Io preferisco realizzarla così o al massimo dimezzata nelle dosi e fare altre torte): farina g 1000 – burro g 500 – zucchero g 300 – 8 rossi uova- scorza di limone o una bacca di vaniglia- sale –
Ripieno: cioccolato fondente g 225 – panna fresca g 150 – 5 pere Kaiser – 1 arance – un baccello di vaniglia – anice stellato – zucchero – cacao

Preparazione

Pelate le pere, tagliatele a metà, liberatele dal torsolo e fatele sobbollire per 15′ in un litro e mezzo di acqua con 5 cucchiai di zucchero, una stella di anice, una rondella di arancia e le scorze di tutto il frutto. Lasciatele poi raffreddare nel loro sciroppo.

Pasta frolla: strofinate la farina e il burro, morbido, ottenendo un mucchio di briciolame che raccoglierete sulla spianatoia facendo la fontana; al centro mettete i tuorli e lavorateli con lo zucchero, un po’ di scorza di limone grattugiata e un pizzico di sale. Impastate tutto molto rapidamente; avvolgete la pasta in poca pellicola e passatela a riposare in frigo per 30′ circa. Stendete la pasta a mm 3-4 di spessore e con essa ricoprite una tortiera bassa (ø cm 24). Rivestitela di carta da forno, riempitela di legumi secchi e infornatela a 190 °C per 10′, quindi liberatela da carta e legumi e cuocetela in bianco per altri 20′ a 170/160°C (in base al forno) . Infine sfornatela, lasciatela raffreddare e sformatela. Scaldate a bagnomaria la panna con la polpa di mezzo baccello di vaniglia e il cioccolato a pezzettini, mescolandolo fino a quando non si sarà sciolto. Distribuite la crema nel guscio di pasta frolla, freddo, completate con 5 pere, sgocciolate e ridotte a fettine senza tagliare l’apice, in modo che formino un ventaglio, spolverizzate di cacao e guarnite a piacere con la pera rimanente.

5 thoughts on “Crostata pere e cioccolato

  1. Pingback: Come addolcirsi il lunedì mattina | Con le mani in pasta

  2. Pingback: Il più classico dei classici: la crostata. | Con le mani in pasta

  3. Pingback: Un’arca intera di frollini | Con le mani in pasta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...