Ancora a proposito di conservazione

Siamo sempre stati assolutamente democratici. E se si è democratici senza possibilità di scelta, allora su certe antipatie bisogna proprio lavorarci.

Ovviamente siamo ancora alle prese coi fagiolini e relative scorte invernali.

I metodi più validi in questo caso sono: la congelazione, la conservazione sott’aceto e l’essicazione. Io ho scelto un metodo chimico, ma più leggero per il palato.

FAGIOLINI AL NATURALE

ImmagineIngredienti

Fagiolini- qualche foglia di basilico- sale.

Preparazione

Mondate e lavate i fagiolini, poi tuffateli in acqua bollente salata per un paio di minuti, scolateli- fate attenzione che siano bene al dente- tenendo da parte la loro acqua di cottura. Sistemateli in vasi di vetro, unite il basilico e l’acqua di cottura raffreddata. Chiudete ermeticamente i vasi e avvolgeteli in un canovaccio, poi fateli sterilizzare a bagnomaria per cinque minuti. Estraete i vasi solo quando saranno freddi.

Questo tipo di conservazione permette di utilizzarli anche nel periodo invernale, magari in mazzetti avvolti in una fetta di pancetta o di speck e passati in forno.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...