Meglio del pane?Solo la pizza!

Sono mesi che panifico, ormai.

Ho dato un nome alla mia pasta madre, la Llorona ha già qualche figlioccio, ma anche se è passato del tempo, ogni volta che sforno nuovamente mi sale un tremito, in qualche modo mi commuovo. Non mi capacito ancora della naturalezza con cui cresce il mio pane:senza addittivi, senza nomi strani di cui non conosco bene la provenienza, un pane senza sorprese.

Esiste qualcosa di più buono del pane appena sfornato??

L’unica vera risposta sarebbe un no secco e deciso, ma volendo essere un pochino più diplomatici, la seconda risposta è sì, la pizza.

Dato l’impegno che richiede una buona base con lievito madre, mi ero tenuta questa prova come prova ultima per testare il grado di esperienza acquisito. Mi è bastato, un discorso appena accennato e la voglia di provare è tornata prepotente…

 A voi l’ardire di commentare il mio risultato!

LA PIZZA

La ricetta da cui ho preso spunto l’ho trovata qui, tra le varie ricette proposte, aggiustata solo per quantità e tipo di farina.

Ingredienti (dosi per  circa 1 kg di pasta)

Primo impasto: g 150 lievito madre rinfrescato per due/tre volte (io l’ho rinfrescato a distanza di 24 h la prima volta, poi dopo 12)- g 200 farina Manitoba- g 200 acqua tiepida.

Secondo impasto: primo impasto+ g 200 farina di grano duro- g 100 di acqua tiepida- 1 cucchiaino di zucchero- 3 cucchiai di olio extravergine- sale.

Preparazione

Impastate insieme col gancio a foglia la madre e l’acqua, fino a che non siano spumose. Aggiungete poco a poco la farina, fino a ottenere un impasto abbastanza liquido.
Ponete a lievitare coperto da un canovaccio umido nel forno con la luce accesa (o a temperatura ambiente quando sarà estate).
Al raddoppio (dopo circa 2-3 ore), prendete il primo impasto e, col gancio a uncino, mescolatelo con l’acqua, la farina e, da ultimi, olio e sale. Lavoratelo abbastanza a lungo, fino a quando non risulta molto elastico e “si incorda”. Rimettetelo a lievitare come sopra.
Una volta raddoppiato (altre 2-3 ore), riprendete l’impasto e, lavorando su di un piano molto infarinato, dividetelo in 3 palline di circa 250-270 g. (se vi avanza un po’ di impasto, usatelo per una mini-pizza di prova!). Dategli qualche giro di pieghe e ponetele a lievitare coperte su carta da forno.
Dopo circa 1 ora e mezza-2 ore i panetti dovrebbero essere pronti: accendete il forno al massimo (250°), stendete le pizze, infarinando bene il piano, farcite con il pomodoro, infornate per 7/9 minuti, togliete dal forno e guarnite con gli ingredienti scelti, poi infornate di nuovo per portare a cottura (il tempo varierà secondo la potenza del vostro forno).
…true love waits.

2 thoughts on “Meglio del pane?Solo la pizza!

  1. è vero, il profumo del pane è meraviglioso,
    è casa, vita domestica, semplicità!!!
    ….poi la pizza, che dire…è sempre la cosa più buona al mondo!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...