Questioni di genetica

Da bambina immaginavo di essere stata adottata: quello zeroerreacca negativo che non tornava da nessun’altra parte fu l’inizio di tutto.

Per anni mi credetti l’estranea di casa, ovviamente più aspri erano i litigi coi miei genitori, più ritenevo vera la mia tesi: non capendo bene le basi della genetica tutto era possibile nella mia  testa.

La famiglia è qualcosa che si crea al di là dei geni, anche se questi hanno un leggero vantaggio sul resto.

Nella mia famiglia rientra a pieno titolo di sorella il mio mezzo cervello, l’altra mano di questo blog, e lei lo sa, indipendentemente dal fatto che qualcuno le possa ricordare la cosa.

Mi fa sorridere l’idea di una cena a più mani per il suo compleanno, per la verità non mi fa sorridere, mi fa proprio felice: una cena fra sorelle, una per questioni di geni, l’altra meno.

Noi che ci facciamo ancora le  compilation home made, con tanto di copertina confezionata per l’occasione, che il regalo conta molto meno ed è semplice corollario alla serata.

Non volevo essere sdolcinata, ma con lei non ci riesco a non esserlo!

Buon compleanno sorella del mio cuore

Una delle tante ricette di ieri.

INSALATA DI SALMONE, FINOCCHI E MELAGRANA

Ingredienti(dosi per 4 persone)

150 g salmone filettato- 1 finocchio da insalata- 1/2 melagrana- olio extravergine- succo di un bergamotto- sale- pepe.

Preparazione

Affettate finemente il finocchio nel senso della lunghezza, adagiatelo in un piatto piuttosto fondo, insieme al salmone e ai chicchi di melagrana. Irrorate il tutto con l’emulsione fatta con olio, bergamotto, sale e pepe e lasciate marinare un paio d’ore al fresco. Guarnite con del finocchietto e servite.

14 thoughts on “Questioni di genetica

  1. Tanti auguri a ManuEffe!
    Lunga vita a con le mani in pasta!!!
    (ps. anche io pensavo di essere stata adottata. L’unica bassa in famiglia. Poi ho trovato una vecchia foto del nonno che non ho mai conosciuto. Ho visto i suoi stivali con il tacco rialzato. E lì mi sono data definitivamente pace -_-‘ )

  2. Credo che più o meno tutti nella nostra vita abbiamo fatto i conti con quella bellissima favola, tanto casa anche a Pirandello. che è la storia del figlio cambiato, che è anche il titolo della sua biografia scritta da Camilleri!
    L’ho pensato anche io per qualche tempo… ma poi…🙂

  3. Pingback: Melagrana addicted:un menù a quattro mani! | Con le mani in pasta

  4. Pingback: Melagrana addicted: un menù a quattro mani! « Sweetie's Home

  5. Pingback: Schiscetta time | Con le mani in pasta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...