E da qui si ricomincia

La mia Befana nella calza infilava qualche caramella, qualche soldo di cioccolato, un mandarino o due e poche monete.

Per me era una calza ricchissima, soprattutto se si parte dal presupposto che mia madre era una mamma a “limitazione naturale”, quel mandarino diceva tutto .

E per essere più chiari “limitazione naturale” significa: no, le caramelle no, perchè rovinano i denti, le patatine poche, ovviamente in condivisione con tua sorella e frutta e verdura, tanta, sempre…

E se non ti piace le mangi comunque.

Guardo la calza dei miei figli e penso che, dopotutto, non sono poi tanto diversa…almeno in queste occasioni!

In ogni caso, l’ultimo giorno di vacanza andava sigillato a dovere: la Rosca è già pronta, manca giusto un bel piatto vestito a festa.

TORTELLI AL CACAO CON RIPIENO DI CASTELMAGNO

IMG_5562

Ingredienti ( dosi per 4 persone)

Per la pasta all’uovo aromatizzata: 300 g farina tipo 0- 1 cucchiaio di cacao amaro- 3 uova intere- acqua tiepida q.b.- sale.(se preferite una pasta più ruvida, mettete 100 g di farina di grano duro al posto di quella di grano tenero).

Per il ripieno: 100 g formaggio Castelmagno- 100 g ricotta vaccina- 200 g besciamella “dura”.

Per il sugo: burro- guanciale- nocciole tritate- pepe nero.

Preparazione

Preparate la besciamella, facendo in modo che la consistenza risulti piuttosto spessa (io ho usato: 40 g burro- 50 g farina- 400 ml latte).

Sbriciolate il Castelmagno e amalgamatelo con la ricotta e la besciamella.

Fate una fontana con la farina setacciata e il cacao, formate un ampio cratere nel centro e rompetevi al suo interno le uova. Salatele e sbattetele con una forchettta, iniziando a incorporare farina dai bordi. Una volta pronta la pasta, lasciatela riposare dieci minuti, poi stendetela in un velo sottile. La pasta non deve essere troppo spessa, questo andrebbe a discapito del ripieno che si gusterebbe molto meno rispetto a un raviolo realizzato con una pasta più sottile.

Chiudete i ravioli facendo molta attenzione a sigillarne bene i bordi.

Tuffate i ravioli in abbondante acqua salata. A parte fate fondere il burro e saltatevi le nocciole, poi solo da ultimo aggiungete il guanciale fatto a striscioline e pepate.

Fate saltare nello stesso tegame i ravioli, con un nonnulla d’acqua di cottura e servite.

IMG_5608

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Oggi pane e salame domani…

Banner-Raccolta-Voglia-di-Gennaio-e1358008387599

Vi ricordo che si può ancora votare per la mia candidatura al contest di Grazia.it.Un bel clic sul badge qui sotto e uno sul cuoricino accanto alla mia foto…grazie!

badge

6 thoughts on “E da qui si ricomincia

  1. Pingback: Stagionalità e sue deviazioni | Con le mani in pasta

  2. Pingback: Stagionalità e deviazioni al cacao | Sweetie's Home

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...