Menù all’arancia e buone feste!

A una settimana esatta dal Natale, dopo melagrana e zucca, quale sarà mai l’oggetto del desiderio, protagonista del menù di dicembre?

Gli indizi che abbiamo lasciato nelle ultime due settimane sono davvero tanti.

Dopo aver letto di triglie in salsa di arancia, insalate all’arancia come se piovesse, scorzette di arancia candite e shortbread da leccarsi i baffi, ancora brancolate nel buio oppure vi siete fatti un’idea?

Ecco quindi, con qualche settimana di anticipo, perché l’attesa per il Natale è agli sgoccioli e  non c’è tempo da perdere, il menù per l’ultimo mese dell’anno con qualche ricetta preziosa e gustosa anche per i pranzi e le cene delle feste.

Pensa che ti ripensa, prima di “accendere” l’arancia ci siamo fatte venire un sacco di idee pirotecniche che terremo al calduccio per voi fino al prossimo anno.

Ci diamo appuntamento al 2013?

Noi ci saremo, fate in modo di non mancare!

Menu_Arancia_600x900

Cestini di pane con carciofi e arance

Insalata arancia, finocchi e pinoli

Risotto all’arancia con crema di robiola

Triglie in salsa di arancia con cipolle caramellate

Shortbread fingers all’arancia

Scorzette di arancia candita

Bella scusa la neve!

E’ un periodo frenetico: tutti vogliono salutare tutti, festeggiare con tutti e, a due settimane dal Natale, mi pare d’aver già abbondantemente fatto la mia parte fra pranzi e aperitivi per augurare a tutti gli amici che il Natale sia buono.

La neve ancora negli occhi e qualche scorcio bianco negli angoli più in ombra giustificano anche le scelte più insane. Quindi niente paura se il burro la fa da padrone e da poco spazio agli altri ingredienti, ci sarà anche un tempo per dimenticarsi di tutto questo!

SHORTBREAD FINGERS ALL’ARANCIA

IMG_4989-2-2

Ancora una volta il merito va al libro di Bab’s, con qualche variante tutta mia, s’intende!

Ingredienti

200 g farina tipo 0- 40 g farina di riso-  125 g burro morbido-  70 g zucchero di canna- il succo di mezza arncia- 1 cucchiaio di scorza di arancia-un pizzico di sale.

Preparazione

Scaldate il forno a 170°C.
Sbattete il burro ammorbidito, lo zucchero e il sale fino a quando non si crea un composto davvero liscio e morbido.Aggiungere il succo e la scorza d’arancia, unite gradatamente al composto precedente mescolando continuamente  le farine.
Una volta che gli ingredienti sono amalgamati fate una palla e stendetela con uno spessore di 5 mm circa, tagliate dei rettangoli di circa 5 x 2 cm e forate coi  rebbi di una forchetta la superficie.
Infornate per 15 minuti o fino a quando la superficie non è dorata.

Ricominciamo,ma lentamente.

Me la sono presa comoda.

Ho lasciato che la gioia per il concorso si stemperasse da sè, ho cucinato poco, camminato tanto e fotografato ancora di più.

Ora che la settimana è ricominciata esattamente coi soliti ritmi, avevo bisogno di una ricetta semplice, veloce, qualcosa che tutte le mamme/mogli/donne prive di un mantello di raso rosso potessero preparare e poi, ancora perfettamente nei tempi, sedersi a gustare.

TRIGLIE IN SALSA DI ARANCIA CON CIPOLLE CARAMELLATE

IMG_4901-2

Ingredienti(dosi per 2 persone)

5 triglie o 10 filetti di triglia- il succo di 2 arance- 2 cipolle dorate- salvia- un cucchiaino di zucchero di canna- olio extravergine- sale.

Preparazione

Pulite le triglie, squamatele e filettatele (se avete a disposizione dei filetti già pronti, saltate questo passaggio). Fate scaldare l’olio in una pentola insieme alle foglie di salvia, tagliate le cipolle a rondelle non troppo fini e rosolatele a fuoco non troppo alto. Aggiungete lo zucchero e quando si sarà sciolto completamente, irrorate con circa 1/4 del succo a vostra disposizione. Lasciate cuocere ancora un paio di minuti, poi togliete le cipolle dalla pentola e tenetele in caldo.

Adagiate i filetti nel fondo di cottura ottenuto, rosolate da entrambi i lati e sfumate col restante succo. Lasciate rapprendere la salsa e se necessario salate. Servite ben caldo insieme alle cipolle.

IMG_4902-2

La triglia rientra nella categoria delle specie abbondanti, piuttosto stabili, unico cruccio sono le spine, davvero numerose. Se ne avete il tempo, cercate di pulirle il più possibile prima della cottura, così da poter gustare al meglio il piatto.

Per chi volesse, lascio il link per scaricare lutilissima guida di ConsuMare Giusto al consumo sostenibile del pesce:

Ottima Scelta (verde): specie abbondanti, ben gestite, catturate o allevate in modo eco-sostenibile;
Buone Alternative (arancione): ci son alcuni punti critici su come le specie vengono catturate o allevate, o sulla conservazione del loro habitat;
Evitare (rosso): al momento queste specie sono catturate in modo dannoso per altre specie o per l’ambiente, quando non sono loro stesse a rischio estinzione.

BannerImageViewer.ashxCon questa ricetta partecipo al Contest della Cucina Italiana- Le arance della salute AIRC.

Sosteniamo la ricerca, rendiamo il cancro sempre più curabile.