Meat Free Burger- Meat Free Monday

Dopo tutti questi lunedì, per il nostro appuntamento con il Meat Free Monday, non potevo che cadere clamorosamente sul piatto più bieco e demonizzato dell’ultimo ventennio almeno: l’hamburger.

Lo ammetto: fino a qualche anno fa quell’esiguo panino con le lentiggini era per me il male. Col tempo ho capito che il male poteva essere abilmente riprodotto in casa, in una versione più degna del suo nome, con l’aggiunta di ingredienti più sani e sinceri di quelli che si vedono in formato XXL sui cartelloni pubblicitari.

E chi ha detto che sano deve per forza essere sinonimo di tristezza?

VEGGIE BURGER DI CECI E TIMO

IMG_6295

Che i ceci siano chiamati la carne dei poveri lo sanno più o meno tutti. Quel che non è noto è che queste leguminose hanno molte proprietà benefiche: molto ricchi di fibre, aiutano quindi a regolarizzare l’intestino. Grazie al loro contenuto di acidi grassi omega 3 sono validi alleati del sistema cardiovascolare; controllano la pressione arteriosa e aumentano i valori del colesterolo HDL, quello cosiddetto buono,  riducendo i livelli di LDL, il colesterolo cattivo.

Inoltre questi legumi contengono  folato, una sostanza che aiuta a mantenere bassa l’omocisteina, un aminoacido presente nel sangue che, quando raggiunge valori sopra la norma, aumenta il rischio dell’insorgenza di eventi cardiovascolari quali ictus e infarto.

I ceci contengono, inoltre, molti sali minerali, tra cui soprattutto magnesio, calcio, fosforo e potassio e una buona quota di vitamine C e vitamine del gruppo B.

Hanno, infine, molte proteine: 100 grammi di ceci contengono quasi 9 grammi di proteine.

I ceci non contengono glutine e sono quindi indicati anche per chi soffre di celiachia.

E poi nella versione burger sono ottimi, parola di scout!

Ingredienti (dosi per 4 burger)

400 g di ceci sgocciolati e sciacquati- 1 uovo fresco- 2/3 cucchiai di pane grattugiato- 2 cucchiai di parmigiano reggiano- 1 spicchio d’aglio- sale- pepe (bianco e nero)- zenzero- 1 cucchiaio di olio extravergine- 3 rami timo- farna di mais.

Preparazione

Schiacciate i ceci col passaverdure, aggiungete il parmigiano precedentemente grattugiato, l’ uovo, il pane grattugiato, l’aglio schiacciato e mescolate in modo da ottenere composto omogeneo.
Se risulta troppo asciutto aggiungetevi l’olio d’oliva, se troppo morbido aggiungete pane grattugiato. Lavate il timo, eliminate i gambi e tritatelo, unitelo al composto insieme al sale e alle spezie.

Con le mani o con l’aiuto di un coppapasta, formate dei dischi col composto ottenuto, passateli nella farina di mais e cuocete per qualche minuto sulla griglia. Scaldate il pane e guarnitelo consalsa allo yogurt o formaggio e qualche foglia di insalata.

IMG_6298

Ora mignoli in fuori e…addentate!!

Crema di ceci con gamberi rossi di Sicilia

Superato il Natale è continuo sussegguirsi di consigli: la dieta perfetta, l’alimento perfetto, la ricetta perfetta. Il tutto con lo stesso minimo denominatore comune: eliminare scorie e chili in eccesso.

Personalmente non credo nella magie delle diete: 10 kg in 10 giorni, suona più come una tortura., che come un bel sogno da avverare.

Credo nelle diete bilanciate, sempre, anche a settembre, quando la prova costume è già passata da un pezzo e il Natale apparentemente lontano.

Gennaio rimane un mese come un altro e quella delle abbuffate natalizie solo una bella scusa per proporre piatti come questi.

CREMA DI CECI E GAMBERI ROSSI DI SICILIA

IMG_5633

Ingredienti ( dosi per 4 persone)

Per la crema di ceci: 200 gr di ceci secchi- 1 spicchio di aglio tritato- 1 cipolla piccola tritata- 2 carote- 1 gambo di sedano-1 rametto di rosmarino- qualche foglia di salvia- olio extravergine- sale.

Per la riduzione di gamberi
12 teste di gamberoni (tenete la polpa da parte)- 1 cipolla piccola- 1 spruzzata di vino bianco secco- 1 litro circa di acqua fredda- olio extravergine.

Per i gamberi: la polpa di 12 gamberi- 2 cucchiai di salsa di pomodoro- 1 spruzzata di brandy.

 Preparazione

E’ possibile preparare sia la passata che la riduzione di gamberi la sera precedente e conservarle in frigo fino al momento dell’uso.

Per la riduzione di gamberi: scaldate benissimo una padella dal fondo spesso e tostate la  cipolla tagliata grossolanamente.
Aggiungete le teste dei gamberoni, pulite con un veloce getto d’acqua fredda per risciacquare eventuali residui di sangue, schiacciando bene e mescolando.
Sfumate col vino poi, una volta evaporato l’alcool mettete l’acqua fredda, portate a bollore, abbassate la fiamma e coprite.
Cuocere per circa 30 minuti, poi lasciate raffreddare e filtrate il tutto. Solo a questo punto assaggiare e regolare eventualmente di sale.
Per la passatina di ceci.
La sera prima mettere i ceci secchi a mollo in acqua fredda e lasciarceli fino al giorno seguente.
Scaldare una pentola, aggiungere un paio di cucchiai di olio e mettere l’ aglio tritato, la cipolla egli aromi tritati.
Lasciate insaporire, poi aggiungere i ceci, ed allungate con acqua calda. Abbassate la fiamma, coprite e portate a cottura i ceci: devono essere morbidi e disfarsi con facilità.
Spegnete il fuoco e frullate il tutto con l’aiuto di un minipimer, quindi regolate di sale.IMG_5629

Pulire le code di gamberone, eliminate l’intestino incidendole sul dorso.
In un tegame, fate scaldare un filo d’olio e fate saltare appena i gamberoni, avendo cura di cuocerli il minimo indispensabile (1 minuto e non di più), sfumate col brandy e aggiungete un cucchiaio di salsa di pomodoro. Togliete i gamberoni dal fuoco, aggiungete il fumetto di pesce al condimento dei gamberi e lasciate restringere la salsina.
Impiattate versando la passatina di ceci sul fondo del piatto, posizionate al centro i gamberoni e, infine, cospargete il tutto con la riduzione.
Se volete aggiungete un filo d’olio per guarnire e del peperoncino macinato.

Assaggi d’autunno e voglia di mare

Le giornate si accorciano, a metà settembre non è certo una novità. La luce inizia a filtrare per più tempo dalle finestre la mattina. Alla faccia della bioedilizia moderna le vecchie cascine e le mani che le hanno costruite conoscevano perfettamente il concetto di illuminazione naturale.

Io mi godo la luce e mi accontento di questo per accettare l’idea che il mare per un po’ resterà solo un ricordo.

CREMA DI CECI AL ROSMARINO CON CAPESANTE BARDATE AL LARDO

IMG_3252

Ingredienti (dosi per 4 persone)

g 200 ceci- rosmarino- brodo vegetale- 4 capesante- 4 fette di lardo di colonnata- brandy- sale- olio extravergine.

Preparazione

Ammollate i ceci la notte precedente. Il giorno seguente, scolate i ceci, metteteli in una pentola insieme a un ramo di rosmarino, coprite con il brodo vegetale e cuocete finchè i ceci inizieranno a sfaldarsi. Regolate di sale e frullate i ceci; una volta pronta mantenete in caldo la crema. Aprite le capesante, pulitele e bardatele con una fetta di lardo ciascuna. In un tegame scaldate un filo d’olio e mettete le capesante a rosolare, fino a quando assumeranno un colore dorato. Sfumate le capesante col brandy e portate a cottura.

Servite la crema con una capasanta per ogni piatto e un filo d’olio extravergine a freddo.

IMG_3254a